« Torna all'elenco post

BLOG


Celeste Montenovo, l’energia giovane

05 giugno 2019


Il 31 maggio era venerdì. Fine settimana, quasi fine scuola e finalmente fine maltempo. E in Bottega l’arrivo dell’estate è stato anticipato dalla solare ed euforica presenza di 80 studenti che hanno presenteranno e condiviso i racconti del percorso di alternanza scuola-lavoro "BTSchool - a scuola di cooperazione" che hanno vissuto quest’anno.
 

È stata una mattinata piena di energia durante la quale, oltre ad essere contagiati dell’entusiasmo di giovani, insegnanti e operatori, abbiamo potuto incontrare Celeste Montenovo, la giovane cuprense premiata da Mattarella come Alfiere della Repubblica per il suo impegno.
 

“Ci sono stati eventi e coincidenze – ci ha raccontato Celeste – che mi hanno portato abbastanza presto a seguire progetti nella mia scuola che riguardavano il volontariato e la ricerca. Poi ho iniziato l’alternanza scuola- lavoro presso l’UICI (Unione italiana ciechi e ipovedenti di Ascoli). Vivendo questa esperienza mi sono appassionata alla realtà del terzo settore e ho deciso di incentrare la tesina finale del mio percorso di studi su Cristiano (presidente UICI) e sulla patologia che lo ha reso cieco fin dalla nascita.
È stata una grande emozione per me ricevere la notizia del riconoscimento di Alfiere della Repubblica, che mi ha sorpreso ed emozionato e se ci penso ancora oggi un po’ mi commuove. Ho trovato il Quirinale un posto fantastico e mi sono sentita fiera, serena e molto contenta di essere arrivata lì, di essere stata scelta perché non ci avrei mai sperato. A volte proprio le cose inaspettate sono le più belle. È stata una giornata indimenticabile, il Presidente ci ha incoraggiati a impegnarci sempre di più per eliminare le differenze sociali”.
 

"BTSCHOOL, a scuola di cooperazione” è un progetto di alternanza scuola-lavoro che Bottega del Terzo Settore, Fondazione CARISAP e Ufficio Scolastico Regionale condividono con 4 scuole superiori del territorio dal 2016. Le scuole coinvolte per l’anno scolastico 2018-19 sono state l’Istituto Mazzocchi-Umberto I di Ascoli Piceno, l’Istituto Fazzini Mercantini di Grottammare, l’Istituto Ciccarelli di Cupra Marittima e l’Istituto Omnicomprensivo di Amandola.
 

I progetti di alternanza perseguono la finalità di integrare scuola e mondo del lavoro, del volontariato e della cooperazione. I ragazzi coinvolti hanno potuto mettere alla prova spirito d'iniziativa, autonomia e capacità di gestione delle proprie scelte di vita e di lavoro, entrando in contatto con i principi guida, i valori e l'etica della cooperazione e del no profit. Gli studenti hanno avuto quindi la possibilità di integrare nel loro primo contatto con il lavoro il senso di appartenenza alla comunità, facendosi prossimi ai suoi bisogni.



Condividi questo articolo sui social