BTS WIFI
« Torna all'elenco post

BLOG


CITY JUMP UN SALTO VERSO UNA CITTÀ PIÙ ATTIVA

16 ottobre 2020


L’Associazione Culturale City Jump, nata nel febbraio del 2014, si occupa principalmente di organizzare attività educative, ludiche e di sostegno scolastico nel proprio doposcuola e realizza iniziative culturali e artistiche. L'Associazione svolge la sua missione attraverso un centro ricreativo, educativo e sociale presso i locali della Parrocchia Gran Madre di Dio sita nel comune di Grottammare, fornendo un’assistenza personalizzata rivolta alla fascia di età 6-13 anni e tutelandone i diritti socio-culturali-ricreativi.

Il lavoro svolto dagli educatori con i piccoli soci si attua nel profondo rispetto delle caratteristiche e dei dinamismi personali di ognuno di essi ed è teso a creare situazioni educative ed esperienziali che aiutino il ragazzo a raggiungere l’autonomia, a potenziare le proprie capacità, ad ampliare la considerazione del sé, a migliorare le relazioni con gli altri, con l’ambiente in cui vive e con il suo contesto sociale.

Gli attuali mutamenti socio-culturali hanno visto la massiccia introduzione del digitale il cui utilizzo rinforza una modalità di fruizione passiva del sapere, rischiando di amplificare il già dilagante analfabetismo funzionale e finendo con l’intaccare anche lo sviluppo neuro-cognitivo dei ragazzi. In accordo con la letteratura scientifica, City Jump ha svolto una lunga ricerca su questi temi per trovare nuovi percorsi ludico-didattici e offrire ai ragazzi opportunità innovative per sviluppare le proprie potenzialità attraverso l’uso della lettura ad alta voce. Il processo di lettura è importante perché molto di ciò che apprendiamo passa attraverso di esso. La lettura è una tecnologia di fondamentale importanza nell'apprendimento e nelle relazioni (se fatta ad alta voce) e, pertanto, richiede competenze che a volte i ragazzi non riescono a sviluppare intuitivamente, né con l'aiuto della scuola, né con il contributo della famiglia.


Il 2 Gennaio 2018, è stato avviato insieme a Fondazione Carisap il progetto "Leggere 5 v.a.v.a." che ha visto un lavoro di recupero delle abilità didattico-relazionali degli studenti perseguendo la nostra mission: riportare la lettura ad alta voce al centro del processo educativo. Il progetto si è sviluppato in tre fasi:

·       la costituzione di un comitato artistico-scientifico composto da professionisti di nota fama che hanno lavorato trasversalmente integrando competenze teatrali, linguistiche e psico-pedagogiche con lo scopo di definire un protocollo didattico innovativo;

·       la formazione professionale di un gruppo di “Educatori alla Lettura” specializzati nella lettura ad alta voce;

·       l’attività di educazione alla lettura direttamente svolta nei contesti formativi scolastici e nelle ore di attività ricreative extra-scolastiche presso il doposcuola.

A fronte dei sorprendenti risultati ottenuti nel corso del progetto, le attività di educazione alla lettura didattico relazionale proseguono tutt’oggi all’interno del doposcuola con l’attivazione di nuovi progetti sempre tesi a migliorare il benessere dei ragazzi e le loro esigenze educative.

Lo scopo principale di City Jump è quindi quello di attuare un cambiamento culturale a partire dai ragazzi in età scolare per consegnare lo strumento della lettura nelle mani di ogni bambino, secondo le sue capacità, per contrastare l’analfabetismo funzionale e la povertà educativa sviluppando soft skills quali flessibilità mentale, pensiero critico e responsabilità. Tale attività, è secondo l’Associazione, una condizione di fondo non rinviabile per costruire collettivamente un mondo migliore e favorire così la costruzione dal basso di una nuova cittadinanza fondata su criteri di equità.



Condividi questo articolo sui social