« Torna all'elenco post

BLOG


Campagna “Noi siamo Bottega” - AMA AQUILONE, una “casa” per ritrovare la dignità

14 ottobre 2019


Può un tossicodipendente affrancarsi dalla droga e rifarsi una vita? E se ad essere “tossica” è una ragazza? E se ha un bambino? Dove vivono i tanti minori stranieri non accompagnati? Che fine può fare chi soffre di dipendenza dal gioco d’azzardo? Talvolta ci capita di porci domande come queste, colpiti da fatti di cronaca, dagli “ultimi” che incrociamo per la strada o perché le loro storie arrivano a riguardarci direttamente o indirettamente.

A questi e molti altri interrogativi la Cooperativa Ama Aquilone offre risposte concrete con un’intraprendente azione sul territorio. Le parole della vision di Ama, Accoglienza, Semplicità, Spiritualità, Bellezza, Dignità, si declinano in molti settori.

Innanzitutto le "Case", strutture residenziali in cui la specificità terapeutica si coniuga con un’idea di dignità umana intimamente legata all’incontro.


"Casa Ama" per persone con dipendenze; "Casa A. Agostini" per mamme tossicodipendenti con figli; "Casa Aquilone" per persone in comorbilità psichiatrica; "Casa la Bussola", Centro di Osservazione Diagnosi e Disintossicazione; “Casa La Navicella" Comunità Educativa per minori in difficoltà e minori stranieri non accompagnati; "Casa L’Aquilone" centro diurno e sportello per la dipendenza da gioco d’azzardo.

Inoltre dal 2014 la Cooperativa offre alloggi protetti per adulti, per sostenere il reinserimento socio-lavorativo dopo percorsi terapeutici in Comunità. Infine, in Rete d’Impresa con la Cooperativa Santa Gemma, gestisce a San Benedetto del Tronto le comunità educative “Famiglia Santa Gemma”, che accolgono minori, minori stranieri non accompagnati, gestanti e madri con figli a carico.
 

 

Ma Ama non è solo “case”. Da tempo infatti porta avanti progetti di inclusione socio-lavorativa per disoccupati, giovani, famiglie in difficoltà socio-economica, come l’esperienza di Ama Lavoro e Officina 1981, Cooperativa di tipo B che offre servizi utili alla comunità.

Consapevole che operare per il "bene comune" significhi anche promuovere la sostenibilità della vita e il rispetto dell’ambiente, Ama sviluppa nel 2010 il progetto di agricoltura biologica Fattoria Biosociale Ama Terra.

La terra è un luogo di incontro. Ma le terre di incontro sono tante. Dalla volontà di far incontrare due realtà "normalmente" distinte, la Comunità Terapeutica e il "mondo esterno", nel 2014 nasce Ama Festival, festival delle arti parlate, musicate e rappresentate. 

Mettersi in ascolto dell’altro rimane l’impegno quotidiano di Ama Aquilone, perché le "nuove fragilità" rappresentano una battaglia ma anche un’opportunità di crescita. 

info: Ama Aquilone
Contrada Collecchio 19, Castel di Lama (AP)
Tel. 0736.811370 
E-mail info@ama-aquilone.it
Facebook Ama Aquilone



Condividi questo articolo sui social