« Torna all'elenco post

BLOG


Aspettando settembre … gli appuntamenti di Bottega del Terzo Settore dopo le vacanze

02 agosto 2019


Le porte trasparenti di Bottega rimarranno chiuse per un po’ ad agosto. I visitatori della nostra splendida città si affacceranno forse incuriositi dalle grandi vetrate e dagli ampi spazi all’interno. Li vedranno ordinati e silenziosi. Riposeranno nella fresca penombra come riposano i semi nel terreno. Una quiete piena di energia che tornerà a sprigionarsi più carica che mai a settembre, con molte proposte e appuntamenti. Alcuni li abbiamo già introdotti, come l’imperdibile corso di Fundraising, che parte il 24 settembre, per tutti i soggetti del Terzo Settore, un percorso formativo per imparare a sostenere economicamente e con efficacia idee e progetti non profit. Poi l’atteso Tavolo Blu rivolto ai soci di Bottega il 19 settembre e infine il corso Leadership e PNL che partirà a ottobre ma al quale sarà possibile iscriversi dal 2 settembre presso Bottega del Terzo Settore. Ci saranno poi altre novità e sorprese che stiamo preparando, ma per queste dovrete aspettare!

 

Tutto lo staff di Bottega augura anche a ciascuno di voi di poter godere di un fecondo riposo. Forse non andremo lontano, non sorvoleremo l’oceano e non affonderemo le mani nelle bianche sabbie tropicali, ma quello che realmente ci auguriamo è di trovare tempo. Che le giornate possano essere più distese, che il ritmo volga all’adagio, per ritrovare lidi talvolta vicini ma che non visitavamo da tanto: pensieri e poterli coltivare, voci e poterle ascoltare, idee e poterle condividere, persone e poterle amare. Miniere e poterle scavare … per dirla con Terzani:

 

“Ogni posto è una miniera. Basta lasciarcisi andare, darsi tempo, stare seduti in una casa da tè ad osservare la gente che passa, mettersi in un angolo del mercato, andare a farsi i capelli e poi seguire il bandolo di una matassa che può cominciare con una parola, con un incontro, con l’amico di un amico di una persona che si è appena incontrata e il posto più scialbo, più insignificante della terra diventa uno specchio del mondo, una finestra sulla vita, un teatro di umanità dinanzi al quale ci si potrebbe fermare senza più il bisogno di andare altrove. La miniera è esattamente là dove si è: basta scavare”.


Vi auguriamo tempo, tempo per scavare. Per ritrovarci a settembre e continuare, insieme.



Condividi questo articolo sui social